Pallacanestro SORA

AGGIORNAMENTI DALLA NOSTRA FANPAGE
facebook.com/pallacanestrosora

Pallacanestro SORA
Pallacanestro SORA
PALLACANESTRO SORA, AVANTI TUTTA CON LE GIOVANILI!
Prende il via oggi la stagione dei campionati del SETTORE GIOVANILE della PALLACANESTRO SORA.
5 campionati, Under 13 femminile, Under 20 / 15 /14 / 13 maschile, 80 partite per i soli gironi di qualificazione, di cui la metà in trasferta sui campi delle provincie di Frosinone, Latina, Roma e Roma città.
Numeri importanti ed impegnativi, un' organizzazione certosina e complessa, non possiamo nasconderlo, e per questo un immenso ringraziamento agli atleti e alle loro famiglie che in maniera preziosa e imprescindibile collaborano anche in questo.
Senza dimenticare il minibasket che presto andrà ad arricchire ulteriormente un calendario già così pieno di impegni 😊
In bocca al lupo ragazze, ragazzi, allenatori e accompagnatori. Il copione è lo stesso di ogni stagione, la sceneggiatura sarà ricca di gioia o delusione, entusiasmo o sconforto, orgoglio e rispetto... il finale lo scriverete Voi!

Una nuova stagione, la numero 51, dal 1967, sempre presenti, sempre bianconeri.
Pallacanestro SORA
Pallacanestro SORA
( 81 - 71 )
Pallacanestro SORA
Pallacanestro SORA
Pall,Veroli 2016 - Basket Academy - Pallacanestro Sora
Pallacanestro SORA
Pallacanestro SORA
Basket Bee Sermoneta vs Pallacanestro Sora
I bianconeri lasciano la posta in palio sul campo di Sermoneta, punti dalle mai arrendevoli api giallo blu e dai calabroni neri.
Partenza forte della Pallacanestro Sora a conferma che la vittoria con il Palocco non è stato un caso ma il frutto di lavoro e programmazione. I padroni di casa, validi avversari in campo sono pronti a reagire e riescono a colmare il gap di svantaggio portando in equilibrio il punteggio. Questa sarà la linea di condotta per quasi tutta la gara, con ribaltamenti di fronte e continui cambiamenti sul tabellone, tutto ciò senza che in campo ci siano mai attriti o particolari acrimonie tra i contendenti. Una gara giocata con agonismo e voglia di vincere reciproca, senza necessità alcuna di dover essere gestita con atteggiamenti sanzionatori o di repressione.
Nella quarta frazione la trama del gioco non cambia con un sostanziale equilibrio, quando con 5.58 ancora da giocare improvvisamente la direzione di gioco prende una deriva “punitiva” nei confronti dei bianconeri. In successione:
generosissimo fallo di spinta fischiato a Panetta che lascia il campo per situazione falli pesante;

sul 55-56 preziosissima palla recuperata da Mlakar che parte in contropiede e viene fermato fallosamente da ultimo uomo (vedasi ripresa video minuto - 18.20 disponibile sulla pagina facebook della Pallacanestro Sora) con l’arbitro perfettamente allineato e con visuale libera; coach Basile chiede quindi civilmente e legittimamente che fosse sanzionato come fallo antisportivo, mentre di tutta risposta gli viene dapprima replicato che non era l’ultimo giocatore (inesattezza verificabile dal succitato video) dopodiché, inspiegabilmente e non nell’immediatezza, sanziona coach Basile con fallo tecnico, senza richiamo o ammonizione alcuna;
A supporto della richiesta avanzata dal nostro coach non possiamo esimerci dal citare un estratto ai sensi del Regolamento Tecnico Ufficiale della Pallacanestro – anno 2018 –
art. Art. 37 Fallo antisportivo
37.1 Definizione
37.1.1 …
• Un contatto del difensore da dietro o lateralmente su un avversario in un tentativo di
bloccare il contropiede e non c’è alcun avversario tra l’attaccante e il canestro avversario.
Dunque, quella che palesemente sarebbe stata una situazione di vantaggio per la Pallacanestro Sora, determinante qualora fosse stata correttamente giudicata, si è rivelata svantaggiosa subendo il tiro libero per la sanzione disciplinare ricevuta;
sul 59 – 62 attacco della Pallacanestro Sora, tutti i giocatori ancora in schieramento, l’arbitro sanziona il nostro Petracchini con un fallo tecnico che ancora una volta interrompe una potenziale finalizzazione, anzi manda in lunetta il Basket Bee che realizza; circa le reali motivazioni della decisione arbitrale abbiamo cercato conforto nelle immagini video, che ribadiamo sono tuttora pubbliche e sono state condivise in diretta; ciò che appare evidente che “l’azione incriminata” sia piuttosto uno scambio tra giocatori , dove Petracchini replica gesticolando ad una poco velata “minaccia” da parte del suo antagonista, ma l’arbitro, che neanche sembra guardare in quella direzione, decide di sanzionare solo il n.8 bianconero;

il Basket Bee è bravo ad approfittare e concretizza 5 punti, punteggio ora sul 64-62. Pallacanestro Sora che attacca con la partita ancora da poter decidere ma ancora una volta un' interpretazione arbitrale inibisce l’opportunità ai bianconeri; vedasi il video dal minuto -8.50 nel tentativo di conquistare posizione entrambe i giocatori sotto canestro cercano spazio, entrambe si spingono, entrambe sbracciano, anche troppo platealmente. Perché viene fischiato il fallo di sfondo solo a Passaniti n.6 bianconero?

Punteggio sul 66-62 1.02 da giocare, la squadra di casa fallisce i tiri dalla lunetta per un giusto fallo fischiato, Panetta conquista il rimbalzo e parte in contropiede, subendo un plateale tentativo di intercettazione, generalmente sanzionato come falloso, invece supera i suoi avversari ma l’arbitro lo sanziona incredibilmente per palla accompagnata; ancora una potenziale finalizzazione inibita malamente (vedasi video al minuto -6.11);

Punteggio sul 67-62, 50” ancora da giocare, squadre in bonus, Pallacanestro Sora in attacco che fallisce il tiro ma non il rimbalzo che Rea conquista tra gli avversari che ovviamente tentano di strappargli, abbracciato da tergo e fronte da due giocatori giallo blu (vedasi video al minuto -4.42); trattasi di situazione fallosa nel 99% dei casi, ma invece, dopo lunga pausa di riflessione dell’arbitro posizionato a pochi centimetri, si decide incredibilmente per la contesa; sul possesso bianconero Arci è bravo a realizzare la tripla, ma si evidenzia ancora una volta l’ennesimo errore arbitrale;

e ancora, “il cinque” che si scambiano l’arbitro e il giocatore del Sermoneta, chiamato dallo stesso arbitro, video al minuto - 6.59 dopo l’errore di Panetta sul tiro libero, è altro esemplare esempio di imparzialità e non è una stretta di mano ma un cinque vero e proprio, guardate il video.

la gara termina sul 67-65, arbitri schierati a centro campo, uno dei quali, evidentemente non pago della condotta in campo, risponde alle esortazioni del pubblico, cosa questa esattamente non prevista dal disciplinare;

la partita è finita e mentre il nostro Coach chiede spiegazioni agli arbitri, anche il giocatore Panetta si avvicina per chiedere lumi sulla stessa, ma veniva prontamente mandato via dal coach; cosa questa che evidentemente non è bastata perché pubblicamente il giudice di gara ha promesso un’ulteriore sanzione per il comportamento del nostro atleta. Teniamo conto che la richiesta di Panetta è avvenuta senza particolare acrimonia ed è durata meno della presunta palla contesa precedentemente detta.

Alla luce di tutti questi accadimenti, che possono sicuramente essere giudicati di parte, ci preme sottolineare che a noi verranno sicuramente comminate delle sanzioni, ma è altrettanto vero che agli stessi arbitri non sarà fatto nemmeno un appunto anche di fronte a delle riprese video inequivocabili. Sappiamo perfettamente che non sono utilizzabili coma prova video e che gli stessi arbitri con dette immagini non possono essere escussi da chi di competenza, circa la manifesta ostilità avuta nei nostri riguardi senza motivo alcuno.

Se la pratica dello Pallacanestro deve essere un premio simpatia, evidentemente noi dobbiamo lavorare molto, ma siccome deve essere altro dotiamoci di una classe arbitrale che ci dia quantomeno garanzie di imparzialità, che facciano vincere o perdere le partite lasciando la scena ai veri protagonisti in canottiera e pantaloncini e che vadano a “battere il cinque” in altri luoghi.

Ci preme oltretutto ricordare che le Società pagano la Federazione per ottenere servizi a sostegno delle loro attività, ivi compresa l’imparzialità in campo e se questo non avviene ci dobbiamo interrogare tutti su come migliorare il nostro Sport perché oggi è la Pallacanestro Sora domani potreste essere voi.

 

Print Friendly, PDF & Email