Il numero 17 non gioca brutti scherzi alla Pallacanestro Roscilli Sora!

Prosegue la striscia di vittorie consecutive dei bianconeri, incontenibili contro la formazione del Bk Grottaferrata.

Pall. Sora – Grottaferrata 96 – 54 :

Parziali 21-13, 22-7, 28-19, 25-6;

Pallacanestro Roscilli Sora: Jonikas 20, Fiorletta, Ferrari, Boffelli 21, Botticelli 5, Martini 2, Porretta 2, Iannarilli 2, Fontana 6, Laudoni 38,

All. Polidori, ass. Basile-Incelli –

Bk Grottaferrata: Ortenzi 2, Picca 4, Trionetti 13, Grossi 14, Afeltra, Pellegrini, D’Ottavi, Di Bisceglie, Gnessi 6, Milella 15,

all. Pellegrini –

Arbitri sigg. Cataldi – Maggiore

Un’altra prova di forza della Pallacanestro Roscilli Sora che ha strapazzato la buona formazione del Bk Grottaferrata, attesa alla vigilia della gara come avversario temibile e pericoloso, reduce da un’ottima cavalcata di successi nel girone di ritorno e dotata di ottimi ed esperti giocatori.

C’era un’aria di festa al Palabasket Aldo Di Poce, con un’altra partita di cartello tra formazioni al vertice, la soddisfazione per aver finalmente tutto il roster a disposizione dopo i vari infortuni e soprattutto tanti bambini del minibasket della Pallacanestro Roscilli Sora in divisa bianconera che emozionati e felici hanno accompagnato le squadre in campo per la presentazione.

L’atmosfera gioiosa e serena lascia subito il posto alla concentrazione e al sano agonismo, con la Roscilli Sora che ha mostrato i muscoli sin da subito, padroni assoluti del punteggio, con i parziali nel secondo e quarto periodo dallo scarto numerico prepotente.

Ma oltre a segnare tanto, la Roscilli Sora agli ordini di coach Polidori è stata molto brava a difendere e ad impedire l’attacco ai castellani ospiti del PalaBasket Aldo Di Poce. Un dato su tutti, Afeltra, top scorer del Grottaferrata e diretto inseguitore del nostro Laudoni nella classifica marcatori del girone, ha sorprendentemente chiuso la gara con zero punti a referto. Forse una giornata no o forse la pressione della partita, ma nessun dubbio riguardo il fatto che la sorveglianza speciale sul “cecchino” di Grottaferrata è stata affidata  a turno ai vari Botticelli, Martini, Laudoni, Iannarilli, Boffelli, Fontana, che hanno blindato letteralmente l’avversario.

 

Una partita che a tratti sembrava trarre ispirazione dal football americano, grazie al fatto che dai rimbalzi in difesa o dalle palle recuperate i bianconeri arrivavano a canestro in contropiede veloce, ricevendo perfetti lanci all’altezza dei quarterback professionisti.

Una difesa aggressiva che in più occasioni ha inibito la capacità di Grottaferrata di imbastire azioni di attacco. Parlando di attacco, appunto, da sottolineare l’alta percentuale di fischi arbitrali per situazioni fallose nella fase offensiva, da ambo le parti, a testimonianza di una partita maschia e caparbia.

Solo nel secondo quarto il Grottaferrata è riuscito ad accorciare il vantaggio dei padroni casa, raggiungendo un momentaneo – 7 grazie a qualche distrazione dei bianconeri e complice l’ottima sequenza a canestro Trionetti/Grossi/Trionetti e a due opinabili falli tecnici comminati ai danni di Martini e Laudoni. Sulla ripartenza ennesima occasione fallita di Afeltra che reclama e prende anche lui il tecnico. Questa circostanza di fischi punitivi non deve però far pensare assolutamente pensare ad una partita scorretta, anzi; forse visto l’agonismo in campo la linea di condotta degli arbitri si è orientata sulla prevenzione più che sulla cura.

Un interminabile secondo quarto lascia poi al posto ad una prosecuzione della gara in discesa libera per la Roscilli Sora: deliziose azioni di dai e vai a tutto campo, Boffelli che buca la difesa e segna in diverse azioni, Botticelli che firma dalla lunga distanza, tutti i giocatori a disposizione della panchina fanno il loro ingresso in campo e siglano il loro personale contributo per l’indiscutibile risultato finale. Invasione di campo pacifica e giocatori grandi e piccoli in cerchio per il grido della vittoria.

Ci piace sottolineare questa leggerezza e questo momento gioioso proprio perchè la tarda serata ha invece riservato attimi di paura e sconcerto a causa dell’evento sismico che ha interessato la città di Sora e dintorni. Su invito del Sindaco, il nostro  Vice Presidente Tonino Coraggio, infaticabile ed onnipresente, ha aperto le porte del Palabasket Aldo di Poce per dare accoglienza a chi più di altri ha temuto e non ha potuto o voluto rientrare a casa. Lieti di ospitarli con la promessa che la prossima volta vedremo tutti al Palabasket Aldo Di Poce solo per divertirsi, applaudire i nostri ragazzi e gridare FORZA SORA!

Asd Pallacanestro Roscilli Sora – Ufficio Stampa

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento