LA PALLACANESTRO SORA NON SBAGLIA NULLA CONTRO LA TIBER BASKET!

Pallacanestro Sora 83
Tiber Basket 60

Parziali: 22-12; 40-25;62-46

Tabellini:
Pallacanestro Sora: Pescosolido, Mammone, Laudoni 41, De Santis 13, Porta 17, Rea, Fiorletta, Velocci 2, Esposito, Riva 10 – Allenatore Giuseppe Maglio – Ass.ti Serena Incelli/Cesare Basile

Tiber Basket: Serrano 2, Dal Sasso 6, Ridolfi 1, Pugliese 8, Donati 2, Algeri 2, Ricciardi 15, Giuliano 17, Meschini 4, Padovani 3 – All. Trabalza

Arbitri: sigg. Pellicci / Puzio di Afragola

La quinta giornata del girone di ritorno del Campionato DNC non tradisce le aspettative dei bianconeri sia in campo che sugli spalti. La gara da giocare era tutt’altro che semplice, con la Pallacanestro Sora reduce da due sconfitte consecutive ma con prestazioni di spessore e vigore e con la classifica che si era particolarmente complicata relegando nuovamente all’ultimo posto la formazione sorana. Giocare con “l’obbligo” di vincere non è mai agevole, a questo si aggiunga la componente avversaria, che volente o nolente fa parte della partita, quella Tiber Basket che proprio a partire dalla gara di andata contro la Pallacanestro Sora aveva cominciato a fare risultato e punti in classifica e che con ogni probabilità avrebbe tentato il bis.

Ma le cose sono andate diversamente: mentalità, tenuta fisica, spirito di squadra, una miscela che pronti via ha dato i suoi frutti dall’inizio alla fine.

Non è uso menzionare il singolo, perché il basket è un gioco di squadra , che si vinca o si perda, con ben 4 giocatori in doppia cifra e tutti gli altri a servizio della squadra soprattutto in difesa. La citazione però è d’obbligo per Stefano Laudoni che oltre ad aver segnato 41 degli 83 punti complessivi, ha confermato il mutato atteggiamento in campo, proponendosi sicuramente in attacco, ma altrettanto presente in difesa e come rifinitore.

Il copione sarà lo stesso per tutta la partita: l’attacco del primo atto, vede la Tiber nelle prime battute subire un parziale di 11-0, fattore che avvalora le premesse di cui sopra, dettando il ritmo dell’intera gara, con i capitolini sempre ad inseguire la Pallacanestro Sora fermamente intenzionata a non cedere nulla. Gioco fluido, buona circolazione di palla si capisce subito che la partita è stata ben preparata e messa da subito sul binario giusto; lo testimonia l’atteggiamento della squadra soprattutto quando sul tentativo di rimonta da parte della Tiber che arriva fino al -7, i bianconeri in un amen trovano due triple consecutive che ristabiliscono il vantaggio di sicurezza.

Ovviamente soddisfatto coach Maglio a fine gara, che non sottovalutava minimamente l’avversario e dunque contento della prestazione dei suoi e della loro tenuta mentale.

Accompagnati da una cornice di pubblico numeroso e caloroso, nonostante le avverse condizioni meteo e la concomitanza di altri eventi sportivi, i bianconeri hanno ringraziato i propri sostenitori archiviando questa domenica con 2 punti in classifica e tanto morale, subito pronti a rimettersi al lavoro in vista della gara di sabato prossimo in trasferta al Palazzetto dello Sport di Atina contro la corazzata Virtus Cassino, leader indiscussa di questo girone…l’appello è sempre lo stesso …C’E’ BISOGNO DI TUTTO IL TIFO E DI TUTTO IL CUORE BIANCONERO!

Ufficio Stampa – ASD Pallacanestro Sora

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento