PALLACANESTRO SORA, sabato domenica e lunedì.

La stagione dei bianconeri è ufficialmente partita con 3 dei tanti campionati che

la Pallacanestro Sora affronterà in questo anno sportivo.

Cominciamo dallo scorso sabato, con la squadra impegnata nel campionato di

Promozione maschile che ha giocato la sua prima gara in trasferta. Innegabile

l’emozione, ma anche l’entusiasmo di una compagine ancora work in progress,

composta da cestisti “vecchi e nuovi” che proveranno in ogni modo a difendere

la maglia e mantenere vivo l’interesse nei confronti del basket Senior in

casacca bianconera.

Il primo test per la squadra di coach Basile è stato sicuramente probante,

contro il Castelgandolfo, un roster di tutto rispetto e con una differenza

indiscutibile di valori in campo (nella passata stagione ha terminato al primo

posto il girone di qualificazione e terza ai play-off. ndr).

Risultato mai in discussione, ciò nonostante in alcuni momenti della gara i

bianconeri sono riusciti a mettere in difficoltà l’avversario toccando il -9 di

svantaggio a 1 minuto dall’intervallo lungo, quando 2 bombe, di cui una da

metà campo di tabella, hanno smorzato il tentativo di recupero dei sorani e

infuso rinnovata fiducia nei castellani.

Di lì in avanti è stato dato spazio in campo ad ogni singolo componente della

panchina bianconera, preferendo una rotazione per collaudare i vari quintetti

piuttosto che tenere a bada il punteggio che alla fine si chiude in favore dei

padroni di casa con un +30.

Ha purtroppo pesato molto l’infortunio serio occorso ad inizio gara al nostro

Vincenzo Motolese (frattura della clavicola), venendo meno l’alternativa ai

cambi dei lunghi che hanno dovuto fare gli straordinari. Ovviamente a lui i

migliori auguri di pronto recupero perché vogliamo rivederlo presto in campo.

I “neo senior” a disposizione del coach hanno fornito una discreta prova

con ampi margini di progresso, così come va sottolineata l’ottima prova per

intensità di Contucci.

Nel complesso una partita collaudo quella di sabato scorso, dove è parso chiaro

che va migliorato l’aspetto offensivo e le conclusioni a canestro.

u15-2014f

Passiamo a domenica mattina quando in una bella cornice di pubblico hanno

debuttato, è il termine più giusto, “le bimbe” dell’under 15 femminile agli

ordini di coache Serena Incelli. Una prima assoluta, un ciclo che si apre dando

spazio alle giovani atlete che emozionatissime hanno raccolto gli applausi dei

sostenitori sugli spalti. Anche in questo caso avversario ostico, Basket Anagni,

squadra più esperta e collaudata e con una panchina lunghissima. Le Bimbe

bianconere hanno accusato l’emozione e il fatto di essere insieme da poco,

ma dopo la prima empasse hanno macinato minuti e canestri al cospetto di un

avversario di livello superiore. Instancabili e grintose, faranno meglio o anche

peggio, ma per quello che si è visto in campo, non molleranno mai.

u19-2014

E passiamo a Lunedì, avvio di campionato Under19 maschile. La squadra

sempre capitanata da Serena Incelli che ha molto ben figurato lo scorso anno

ha perso alcuni elementi per anzianità di servizio, ma che può contare su

elementi confermati e nuovi innesti. Gli appuntamenti dello scorso anno con

l’under19 non hanno mai lamentato la presenza di folto pubblico al PalaBasket

Aldo Di Poce. Anche la partita di lunedì ha fatto registrare il supporto numeroso

di sostenitori, cosa che ci inorgoglisce, sebbene le condizioni climatiche

interne fossero proibitive a causa di un imprevisto guasto all’impianto di

riscaldamento. Cogliamo l’occasione per scusarci del disagio con l’arbitro, con

la squadra ospite e con il pubblico presente.

Palla a due e partenza sprint, fasi di gioco rapidissime, continui cambi di fronte

ma Borgo Don Bosco è più lucida e meglio organizzata e nel primo quarto

mette a segno ben 29 punti. Gli juniores della Pallacanestro Sora provano a

riprendere il filo del discorso, si denota infatti una caparbia reazione che con

la buona finalizzazione mette pressione agli avversari capitolini. Punteggio

ad elastico con i bianconeri che non riescono mai a ricucire per intero lo

strappo del divario del primo quarto e con la gara giocata sempre ad inseguire.

Pagano sicuramente pegno per una panchina più corta rispetto agli avversari,

ma nonostante tutto i ragazzi di coach Incelli onorano il campo ed i propri

sostenitori. Il distacco finale di 21 punti a favore del Borgo Don Bosco è il

risultato più della stanchezza finale che di una condotta dimessa per tutta la

gara, per questo siamo ottimisti per il prosieguo.

E’ specialmente quando le sconfitte sono pesanti e sonore, che il legame con i

nostri sostenitori e appassionati deve consolidarsi, un sostegno ad atleti, staff

e persone che fanno parte di un grande gruppo, aldilà dei risultati. In maniera

incondizionata saremo sempre grati a chi c’è stato, a chi c’è e a chi ci sarà.

Anche per il prossimo week end saremo protagonisti in campo, con l’esordio

casalingo della Under 17 maschile e la prima in casa della Promozione

Maschile. Restate con noi e seguite gli aggiornamenti e gli appuntamenti sul

nostro sito e sulla fanpage Facebook.

pubblico2014

Asd Pallacanestro Sora – Area Comunicazione

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento